Cookie Policy

BonPills: Come si conserva un profumo

Quante volte vi è capitato che, dopo un po’ di tempo, il vostro profumo non conservi più le sue caratteristiche originali? Il suo odore vi sembra virato e distorto rispetto alle prime spruzzate... forse la vostra boccetta di profumo non è stata conservata bene ed ha perso le sue caratteristiche olfattive.

Nella BonPils di oggi vediamo come conservare correttamente un profumo perché mantenga inalterate tutte le sue sfaccettature odorose sino allultima spruzzata!

come conservare il tuo profumo bagno toilette camera luce scatola originale

I profumi possono resistere senza alterazioni per molto tempo, si parla addirittura di molti anni. I peggiori nemici delle fragranze sono:

  1. Calore
  2. Luce
  3. Umidità
  4. Aria
Tutti questi fattori sono facilmente presenti nel luogo dove la maggior parte di noi lascia il profumo: la toilette!

Sfatiamo quindi il primo mito: la nostra eau de toilette o eau de parfum non va assolutamente conservata in esposizione nel nostro bagno. Ammettetelo, quanti di noi lo fanno?...

profumi fragranze in bagno camera come conservare al meglio olfatto

Il modo migliore per conservare il proprio profumo è quello di mantenerlo nella sua scatola originale:

  • al riparo da luce e radiazioni UV,
  • in un luogo fresco e a temperatura costante (come il cassetto in fondo al frigorifero o in alternativa nella nostra camera da letto),
  • lontano da fonti di calore come i termosifoni e dall’umidità.

Anche la composizione del profumo gioca il suo ruolo: le note più volatili (di testa) come le esperidate o le aromatiche sono più sensibili all’ossidazione rispetto alle note di fondo come le ambre, i legni e le resine; perciò un profumo fiorito o agrumato necessiterà di più attenzioni rispetto a un profumo con note ambrate o legnose.

In conclusione, non c’è una regola scritta per prevedere la durata in termini qualitativi di un profumo, il giudizio migliore resta il vostro: spruzzate il profumo in una mouillet (tester in cartoncino) o sulla vostra pelle e se sentirete un odore sgradevole e persistente di aceto, plastica o una nota metallica allora il profumo è “passato”.

eau de parfum prodotto alcool mouillet tester profumo top note di testa

Ricordate che le fragranze sono prodotti ad alto contenuto di alcool, quindi l’inquinamento microbiologico non è possibile. Dunque il rischio di utilizzo di un profumo mal conservato è solamente olfattivo, non sanitario.

Ora che sapete come conservare al meglio i vostri profumi non vi resta che correre a salvarli! = ) 

Federica Cosmast

Dott.ssa Federica D’Incà - COSMAST Master in Scienze e Tecnologie Cosmetiche

“Ogni donna ha il diritto di essere bella” - Elizabeth Arden

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati